Effimera in Split Hackle

Effimera in Split Hackle

 

 


Amo: Tiemco 400T

Filo di montaggio: marrone 8/0

Code: ciuffo di gallo pardo montato a raggiera con due o tre fibre di coda di fagiano

Corpo: biot beige anellato con uniflex marrone

Torace: polipropilene beige miscelato con pelo di lepre


Ali: trigger point int’l fibres di Enrico Puglisi


Hackle: pelo di camoscio tinto rosso e pelo di capriolo tinto biondo montato ortogonalmente sull’amo


Strisciolina di plastica per formare le split hackle

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fissare l’amo sul morsetto

 

Formare una piccola pallina con del dubbing in prossimità della curvatura dell’amo e fissare un ciuffo di fibre di gallo pardo facendole aprire a raggiera

 



Fissare inoltre due o tre fibre di coda di fagiano ( a secondo il tipo di effimera che vogliamo imitare)

 



Leghiamo con il filo di montaggio sempre in prossimità della curvatura dell’amo uno spezzone di uniflex

 

Fermiamo con il filo di montaggio del biot 

 


Avvolgiamo il biot sull’amo e successivamente avvolgiamo l’uniflex a spire larghe al di sopra del biot


Tagliamo una strisciolina di plastica e fissiamola nella parte inferiore dell’amo

Fissiamo il materiale di Puglisi per imitare le ali dell’effimera incrociando a otto i passaggi con il filo di montaggio per mantenere in assetto le ali


Mettere sul filo di montaggio il dubbing


Formare il torace


Inserire nella pinzetta i peli di camoscio e di capriolo

Tagliare le eccedenze

Formare un asola con il filo di montaggio e dopo aver passato sul filo della cera per dubbing inserire al suo interno i peli con la pinzetta

Torcere l’asola con il twister

 


Avvolgere l’asola in maniera ortogonale sull’amo avendo l’accortezza di fare passaggi anche all’interno delle ali, successivamente fissare l’asola con il filo


Dividere in due parti le hackle e portare in avanti la strisciolina di plastica


Fissare e tagliare l’eccedenza

Chiudere il tutto con alcuni nodi in testa

 


Tagliare le ali

Mosca terminata

Questo artificiale lo uso in caccia sui torrenti che frequento in Valle d’Aosta ottenendo buoni risultati. Ottima visibilità e buon assetto e galleggiamento.

StampaEmail