Montaggio ad Asola

Inauguriamo la sezione dressing con un montaggio particolarmente efficace del tipo parachute , effettuato con la tecnica del montaggio ad asola.

a cura di Pierangelo Grillo

Nel numero "speciale dressing" di Fly Line dell’anno 2001 lessi un articolo di Agostino Roncallo intitolato "Hackles’s Trilogy".

L’autore illustrava in maniera semplice e molto dettagliata la costruzione di mosche parachute, utilizzando come base del montaggio dell’hackle di gallo un supporto di foam .

Come sappiamo, la costruzione di una mosca con montaggio "parachute" necessita di un supporto su cui avvolgere il collarino di gallo in orizzontale e se il supporto dove verrà avvolto a spirale l’hackle non è sufficientemente rigido sarà quasi impossibile avvolgere l’hackle stessa.

Roncallo, da grande costruttore di artificiali quale è, ebbe l’intuito che utilizzando una strisciolina di foam fissata sulla parte superiore dell’amo, essa poteva essere una valida base per avvolgere l'hackle . A mio parere è stata una validissima intuizione, che avrebbe potuto migliorare e semplificare la costruzione degli artificiali in parachute. Cercai di acquisire una certa manualità sulla costruzione delle mosche di Agostino, e in breve tempo (il montaggio è veramente di semplice esecuzione)costruii molti artificiali con risultati discreti. Con questo metodo di montaggio è possibile costruire mosche dalla silhouette perfetta ,le ali ad esempio vengono inserite tra il foam, e si possono utilizzare sia le punte di hackle sia i ciuffi di vari materiali non rigidi c.d.c. compreso. Serrando il foam sul gambo dell’amo con il filo d montaggio la strisciolina assumerà una forma di V ed è alla base di questa V viene avvolta l'hackle.

Successivamente imparai a costruire le mosche in asola utilizzando principalmente i peli di lepre e di capriolo; pensai di applicare il montaggio ad asola utilizzando il foam per sostenere il collarino in parachute e misi al posto dell'hackle di gallo i peli di animali. Il risultato si concretizzò in mosche molto imitative e dalla straordinaria robustezza, la semplicità e la velocità nella costruzione che rendono a parer mio, la mosca molto valida per qualsiasi situazione di acque.

Si possono costruire mosche nelle varie misure ( dal n°10 al n° 20 ) modificando la larghezza e lo spessore della strisciolina di foam, aumentando o diminuendo la quantità di fibre inserite nell’asola,.

Queste mosche per la loro caratteristica metodologia di costruzione, sono molto adatte ad essere impiegate in acque veloci, o risparmiando sulla quantità di pelo usato per formare il collarino diventano ideali per le acque medio lente; infine, il montaggio con il c.d.c le rende estremamente valide sulle acque lente.

Costruzione:

Fisso il foam con alcuni giri di filo di montaggio ed egli assumerà la forma di una V.

Con il filo di montaggio faccio alcuni giri sia davanti che dietro al foam in maniera che non abbia torsioni ne sulla destra ne sulla sinistra.

Prendo due hackle di gallo( oppure se si vuole qualsiasi altro materiale per imitare le ali) le pelo della lunghezza necessaria e inserisco i due calami in mezzo alla strisciolina fissando con alcuni giri di filo di montaggio e poi taglio l’eccedenza dei calami.

Costruisco l’addome della mosca mettendo del dubbing sul filo e passo nuovamente sia davanti che dietro al foam.

A questo punto faccio un asola, la fisso vicino all’occhiello, ricopro il filo con un po’ di cera per impedire che i peli stessi cadano. Prendo un ciuffo di fibre di pelo di capriolo per  pareggiarle e una volta pareggiate le inserisco in una pinzetta. Taglio le fibre della misura voluta le inserisco nell’ asola e spigo le basi dei peli il più vicino possibile ai due fili dell’asola.

Con il twister ritorco l’asola e successivamente procedo ad avvolgere il filo con i peli intorno alla base del foam posto a V facendo attenzione di inserire ogni spira al di sotto della precedente, ora le spire saranno intrappolate e non potranno più sciogliersi.

Fermo l’asola con il filo di montaggio vicino all’occhiello e faccio alcuni nodi di chiusura.

Con le forbici ora taglio il foam vicino alla base facendo attenzione di non tagliare i calami delle ali e la mosca è completata

Ecco passo per passo i vari passaggi.

Avvolgere il filo di montaggio partendo in prossimità dell'occhiello e portarsi verso la curvatura dell'amo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

n

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Fissare alcune fibre di gallo pardo per le code
 

 

Fissare del tinsel e fare il corpo della mosca con del dubbing.

 

Avvolgere il tinsel sul dubbing.

 Portarsi col filo di montaggio verso l'occhiello dell'amo.

image00004

 Tagliare una striscilina di foam della larghezza proporzionata all'amo utilizzato

(p.e. per ami 12/14 larga 2mm), fissare quindi il foam al centro facendo passare

il filo di montaggio sia davanti che dietro alla strisciolina. 

 

 Inserire al centro del foam due punte di hackle per formare le ali

 

6

 

Con il filo di montaggio creare un asola vicino all'occhiello e inserire all'estremità

il twister.

 Passare della cera per dubbing sui fili dell'asola.

 

 

 

 Predisporre del pelo di capriolo o di altro animale con delle pinzette.

 

 Aprendo l'asola inserire i peli , cercando di portare la base degli stessi,

il più vicino possibile ai due fili dell'asola.


 Torcere l'asola con l'aiuto del twister.

 

Avvolgere il cordoncino così formato, intorno alla trisciolina di foam,

cercando di portare ogni avvolgimento sotto al precedente.

image00013

 image00014

  Chiudere l'asola vicino all'occhiello dell'amo.

 

 Ecco la mosca ultimata!!!!!!

 

 Vista da sotto.

 

 

Stampa Email