Valutazione d'Incidenza Ecologica - Contesto Regione Piemonte

La VIEC nel contesto della Regione Piemonte

Per rispondere alle disposizioni della Direttiva 92/43/CE la Regione Piemonte ha emanato la L.R. 47/95 ' Norme per la tutela dei Biotopi con la quale ha individuato i biotopi  di interesse naturale, ecologico, culturale e scientifico presenti sul proprio territorio, allo scopo di (art. 1):

  • tutelare la biodiversità di specie ed ambienti naturali;
  • mantenere e ripristinare in uno stato di conservazione soddisfacente gli ambienti naturali, la fauna selvatica e la flora di particolare interesse;
  • pianificare gli interventi di tutela e gestione alla luce delle informazioni acquisite, integrandole nei programmi e nei piani settoriali;
  • verificare con regolarità l'efficacia delle azioni intraprese.

La legge definisce inoltre che tali biotopi siano sottoposti a vincolo ambientale - paesaggistico, consentendo solo interventi che non pregiudichino il raggiungimento degli obiettivi di tutela e le tendenze evolutive naturali (Art.6).

Nel 2001 la Regione Piemonte ha approvato il Regolamento Regionale 16 novembre 2001, n° 16/R recante 'Disposizioni in materia di procedimento di Valutazione d'Incidenza' da applicare ai siti di importanza comunitaria (o biotopi) o su zone di protezione speciale (definiti dal DPR 357/97) elencati nell'Allegato C del Regolamento (art.1 comma1). Tale Regolamento stabilisce che sono soggette a valutazione di incidenza soltanto le tipologie di progetto di cui agli allegati della L.R. 40/98 che interferiscono con i territori dei Siti di Interesse Comunitario (art.1 comma 2)  e individua le autorità competenti che devono esprimere il giudizio di compatibilità ambientale, sempre precedente a qualsiasi procedimento autorizzativo inerente la realizzazione del progetto stesso (art.3). I processi autorizzativi sono conformi all'articolo 5 del DPR 357 /97 di cui il Regolamento regionale è il recepimento.

Come tutte le altre procedure di valutazione ambientale, anche la VIEC prevede il coinvolgimento del pubblico interessato alla realizzazione di un progetto e si avvale del supporto tecnico - scientifico dell'Arpa Piemonte che deve altresì garantire 'il controllo delle condizioni ambientali previste per la realizzazione delle opere e degli interventi' (art. 6 comma 2).

La VIEC si applica sia a progetti che a piani e programmi e pertanto può essere associata alle procedure di VIA e di VAS; anche per la valutazione di incidenza è prevista la redazione di una relazione completa in termini di caratteristiche progettuali, inquadramento territoriale e normativo, interferenze con l'ambiente naturale con particolare attenzione alle componenti biotiche, abiotiche ed alle connessioni ecologiche. In particolare per quanto riguarda i contenuti della relazione, il Regolamento regionale riporta gli elenchi della documentazione necessaria ai fini di una VIEC relativa sia a progetti specifici (Allegato A) sia a piani e programmi (Allegato B).

Stampa Email